lunedì 14 Giugno 2021 - 02:06
30.7 C
Rome

Anche in Umbria si riapre alle visite nelle Rsa: ma solo per vaccinati o con tampone negativo

La Regione recepisce la direttiva del ministero in attesa del green pass basterà certificato

PERUGIA – La Regione Umbria, dopo la validazione da parte del Comitato tecnico scientifico dell’ordinanza emanata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, che riapre alle visite nelle Residenze protette, ha inviato ai direttori delle 2 Aziende sanitarie territoriali una nota di trasmissione della stessa per darne indicazione di attuazione e ampia diffusione ai distretti sanitari e alle strutture del proprio territorio. Per fare visite nelle Rsa servirà essere vaccinati con un ciclo completo oppure un tampone nelle 48 ore precedenti per poter accedere alle Rsa per fare visita a un proprio congiunto.

Attesa L’assessore alla Salute, Luca Coletto, precisa che, in attesa della certificazione verde covid-19, in Umbria i visitatori potranno accedere nelle residenze solo previa dimostrazione di avvenuta vaccinazione (ciclo completo) o di aver effettuato un tampone molecolare o antigenico rapido con esito negativo entro le 48 ore antecedenti all’ingresso nella struttura.

Ordinanza Come previsto dall’ordinanza ministeriale, le visite dovranno poi seguire tutta una serie di regole come una programmazione, dunque previa prenotazione, per evitare assembramenti. Naturalmente non ci si potrà presentare in caso di febbre, dovranno esserci percorsi precisi per ingresso e uscita dei visitatori, si dovranno indossare mascherine Ffp2 e per gli incontri si dovranno privilegiare spazi all’aperto o se all’interno in spazi idonei, ampi ed arieggiati.
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi