CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Amelia, verde e spazi pubblici in ‘adozione’ alla cittadinanza

Cronaca e Attualità Extra

Amelia, verde e spazi pubblici in ‘adozione’ alla cittadinanza

Emanuele Lombardini
Condividi

AMELIA – Il verde pubblico in adozione ai cittadini. Lo ha deciso il comune di Amelia attraverso un nuovo regolamento riguardante il settore. Ogni amerino potrà, se lo vorrà, prendersi cura di aree verdi, orti, arredi pubblici, piazze, vicoli e piazzette dei centri storici, marciapiedi e altri spazi pubblici o aperti al pubblico.

Una sfida civica, che il Comune lancia non solo a privati cittadini ma anche ad  associazioni, circoli, comitati, organizzazioni di volontariato, istituzioni scolastiche, parrocchie, enti religiosi, soggetti giuridici ed operatori commerciali. Sul modello di quanto avviene già in altre realtà, sarà possibile realizzare orti urbani per la coltivazione di ortaggi, piccoli frutti ed erbe aromatiche, purchè non destinati a scopo di lucro. Chi invece preferirà prendersi cura di altri spazi pubblici, potrà dedicarsi a manutenzione ordinaria, tutela igienica, pulizia e conferimento dei rifiuti, sfalcio periodico dei prati, lavorazione del terreno ed eventuali concimazioni, cura e sistemazione delle aiuole dei cespugli e delle siepi, annaffiatura e quant’altro.

Il regolamento rende attuabile anche la riconversione e riprogettazione delle aree con la collocazione di fiori, alberi, arbusti e siepi ed inserimento di nuovi arredi urbani. “In sostanza – spiega il sindaco Laura Pernazza  – con questo regolamento vogliamo offrire la possibilità di interventi di rigenerazione, recupero, manutenzione, trasformazione ed innovazione che complessivamente incidono sul miglioramento della qualità della vita nella città e creano sinergie e collaborazioni fra amministrazione e cittadini”

Più controlli sulle strade. Sempre ad Amelia, la sinergia fra Comune e polizia municipale ha visto aumentare i controlli sulle strade. Particolare attenzione è posta all’uso del telefono cellulare mentre si è al volante e al rispetto dei limiti di velocità attraverso i sistemi di rilevazione abituali.  “Il controllo della velocità sia su strade urbane che extraurbane – spiega il Comune – verrà fatto nel rispetto della normativa vigente, in osservanza delle  circolari ministeriali e prefettizie, mentre  l’utilizzo dei cellulari durante la guida e il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza saranno sanzionati secondo il codice della strada. Lo spirito – precisa sempre l’amministrazione – rimane quello di elevare lo standard di sicurezza sulle strade, soprattutto nelle ore di ingresso e uscita dalle scuole quando si registra un incremento di autoveicoli e pedoni”.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere