CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Amelia, vecchie e nuove dipendenze: la Comunita Incontro in Polesine

Cronaca e Attualità Narni Orvieto Amelia Extra

Amelia, vecchie e nuove dipendenze: la Comunita Incontro in Polesine

Redazione
Condividi

AMELIA – “Insieme per la vita contro la droga, pubblico e privato”. In prima linea il Serd di Rovigo, con il dottor Marcello Mazzo, e la Comunità Incontro Onlus Molino Silla di Amelia che  continuano la  lotta contro le vecchie e nuove dipendenze: droga, alcol, cyberbullismo e ludopatia. Sabato 5 maggio a Grignano Polesine di Rovigo, nella casa della Comunità, si terrà un incontro dal titolo “Credere nella vita sempre…”, organizzato e voluto da don Silvio Baccaro, sacerdote legato alla storia della Comunità Incontro e amico del fondatore don Pierino Gelmini.

Due gli appuntamenti della giornata. Si inizierà alle 10 quando istituzioni, operatori sociali e del volontariato si confronteranno sul tema “Come affrontare le nuove… e vecchie dipendenze”. All’incontro della mattina  parteciperanno oltre ai rappresentanti delle istituzioni, anche sindaci, rappresentanti del Serd e il vescovo della diocesi di Adria-Rovigo, monsignore Pierantonio Pavanello. Il pomeriggio (ore 16)  si aprirà con un confronto tra animatori e giovani della città. Entrambi gli incontri sono aperti a tutti coloro che vorranno partecipare e alle scuole.

Durante la giornata di lavori i presenti potranno ascoltare alcune testimonianze dei ragazzi ospiti della Comunità Incontro che hanno intrapreso un percorso di recupero  per uscire dal tunnel delle dipendenze. Sarà anche l’occasione per illustrare  il progetto INdipendente che ingloba in sé tre attività:  INascolto, INclasse e Instrada. INascolto è un punto di ascolto  sito  all’interno della casa madre della Comunità ad Amelia con lo scopo di ascoltare, supportare e sostenere le famiglie che si trovano in difficoltà. Instrada  prevede un  approccio diretto andando ad intercettare ed agganciare direttamente persone che usano ed abusano di sostanze ed alcol. In questi giorni il minibus della Comunità Incontro è a disposizione di  vorrà chiedere informazioni o aiuto. All’interno si sarà una equipe di operatori, psicologi, assistenti sociali ed educatori che offriranno supporto e sostegno sia  psicologico che sanitario.  Proprio per la prevenzione è stato istituito il progetto INclasse dedicato a tutte le scuole secondarie.

L’obiettivo della Comunità Incontro è sempre quello che ha portato avanti per anni il fondatore Don Pierino: sensibilizzare i giovani e non solo contro il consumo di droghe, farne conoscere le drammatiche conseguenze e salvare la vita a chi è finito nella rete della droga, delle nuove dipendenze.

Il responsabile di struttura della Comunità Incontro, Giampaolo Nicolasi, parlerà dell’allarme cannabinoidi sintetici contenenti veleno per topi,  notizia diffusa dall’Osservatorio europeo sulle droghe e sulle tossicodipendenze insieme all’Istituto superiore di sanità. L’assunzione di sostanze, in particolare, quelle sintetiche provocano dei danni irreversibili al cervello e non solo, in qualche caso portano addirittura alla morte.

“Negli ultimi tempi – spiega Giampaolo Nicolasi – le droghe sintetiche stanno mietendo vittime e distruggono intere famiglie. Un esempio sono cannabinoidi sintetici contenenti brodifacoum (veleno per topi) che provocano  gravi emorragie.  I sintomi includono: mal di schiena, ematuria (sangue nelle urine), epistassi (sangue dal naso), sangue nelle feci ed echimosi in varie combinazioni o come unico sintomo. I prodotti contenenti cannabinoidi sintetici sono prodotti multiingrediente, composti da materiale vegetale mescolato con cannabinoidi sintetici che vengono poi fumati come sigarette”.

 La prevenzione e l’informazione sono, dunque, gli unici modi per scongiurare eventuali overdose o morti per avvelenamento. La giornata si concluderà con la presentazione della nuova cooperativa sociale-agricola “Alzati e vola” a favore delle persone bisognose. Come diceva don Pierino : “Ognuno di noi può andare per le strade della vita e portare un messaggio di speranza”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere