CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Amelia, il Comune ha deciso di affittare nove appartamenti a Sant’Agostino: tutti i particolari del bando

Cronaca e Attualità Terni Extra

Amelia, il Comune ha deciso di affittare nove appartamenti a Sant’Agostino: tutti i particolari del bando

Redazione
Condividi

Il chiostro di Sant'Agostino

AMELIA – Bando per i nove alloggi pubblici a canone concordato di Sant’Agostino. Il Comune di Amelia ha pubblicato nei giorni scorsi il bando per affittare gli appartamenti del secondo piano del complesso storico, dove prendono posto anche gli uffici Inps, dell’Agenzia dell’Entrate, spazi pubblici per l’associazionismo.

Particolari In particolare l’avviso è riservato a nuclei familiari con reddito compreso tra 4 mila e 36 mila euro annui, che abbiamo cittadinanza italiana e residenza anagrafica o attività lavorativa stabile ad Amelia (soltanto per il richiedente), mentre nessun componente del nucleo familiare deve essere titolare di proprietà, comproprietà, nuda proprietà, usufrutto, uso e abitazione o di altro diritto di godimento su di un alloggio o parte. Gli appartamenti non ammobiliati di Sant’Agostino sono nove, hanno metrature comprese tra 30 e 70 mq, con canoni di locazioni che, comprensivi di spese condominiali, oscillano tra 170 e 370 euro.

 Criteri Per fare domanda c’è tempo fino alle 12 del 10 agosto, dopodiché sarà la commissione ad esaminare le domande e quindi a stilare la graduatoria in base al punteggio. I criteri di assegnazione riguardano il reddito e favoriscono quelli più bassi: tre punti tra 4 e 8 mila euro; due punti tra 8 e 15 mila, un punto tra 15 e 20 mila; zero punti da 20 a 36 mila. Premiato chi risiede ad Amelia da più anni: un punto per chi ci vive da almeno tre anni; due punti a chi almeno da 5; tre a chi almeno da 10; e cinque a chi almeno da 15. Agevolate mamme o papà soli con figli minori (cinque punti), ma anche se il genitore è solo con figli tra 18 e 26 anni (uno); se in famiglia ci sono over 70 (due) o un componente disoccupato o inoccupato (uno). Sostenuto anche chi è gravato da sfratto, obbligo di rilascio della casa dopo la separazione, ordinanza di sgombero e pignoramento di casa con vendita avvenuta (due); richiedenti che risiedono in case dell’Ater e vogliono trasferirsi a Sant’Agostino (cinque), famiglie con disabili (due).
Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere