CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Amelia, Federconsumatori: “Cimitero al buio ma Comune manda le bollette”

Narni Orvieto Amelia

Amelia, Federconsumatori: “Cimitero al buio ma Comune manda le bollette”

Redazione
Condividi

AMELIA– “È da più di un mese che abbiamo contattato la sindaca di Amelia per evidenziare il mancato funzionamento delle lampade votive installate presso il cimitero di Amelia e di alcune frazioni del comune, che risultano il più delle volte spente. Ma ancora non abbiamo avuto nessuna risposta e la situazione non è cambiata”.
La denuncia arriva dalla Federconsumatori di Terni, alla quale si sono rivolte diverse decine di cittadini dell’Amerino lamentando l’assenza del servizio. Una situazione che sta creando un crescente malcontento presso i frequentatori più assidui del cimitero.
In base alla normativa vigente, la quale prevede che qualora il servizio non venga erogato non può neanche esserne richiesto il pagamento da parte dell’ente, Federconsumatori ha già chiesto l’interruzione dell’emissione dei bollettini finalizzati a coprire le spese per le lampade votive, in quanto spente o comunque non funzionanti, ma la situazione non accenna a cambiare.
All’associazione di tutela dei consumatori ha risposto, in via informale, la sindaca di Amelia, affermando che il Comune non ha le risorse per intervenire e che comunque dovevano essere ancora espletate alcune procedure amministrative per poter mettere mano alla situazione.

“Le lampade sono ancora spente, ma il Comune continua a inviare le bollette – afferma Franco Todaro, presidente Federconsumatori Terni. Una situazione insostenibile, che va avanti da troppo tempo. Pertanto – prosegue – chiediamo di nuovo al Comune di Amelia di interrompere l’invio dei bollettini e di ripristinare quanto prima il funzionamento della rete elettrica che alimenta le lampade votive. Se ciò non dovesse accadere – conclude Todaro – ci riserveremo di attivarci nelle sedi opportune per tutelare i diritti degli utenti”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere