CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Alta tensione in Ast, nuovo sciopero generale in tutta l’acciaieria

Economia ed Imprese EVIDENZA Extra

Alta tensione in Ast, nuovo sciopero generale in tutta l’acciaieria

Redazione economia
Condividi

L'ingresso di Ast

TERNI – Nuovo sciopero in Ast, domani e sabato, di 4 ore, in tutta l’Acciaieria, proclamato dalle Rsu. La motivazione è l’annunciato fermo dell’impianto di colaggio CCO3, a causa di carenze organizzative e di sicurezza.

Secondo le Rsu “L’organizzazione del lavoro e le attuali professionalità volute e applicate dalla sola azienda senza la condivisione delle rsu stanno ampiamente dimostrando tutti i limiti, mettendo costantemente in difficoltà i lavoratori anche e soprattutto nell’esercizio del diritto di tutti i principali istituti contrattuali a loro spettanti”. Le stesse Rsu definiscono “inaccettabile il livello di relazioni industriali e sindacali che l’azienda con scorrettezza e arroganza tenta di determinare”.

Stop dunque a fine turno domani, per 4 ore, alla fine di ogni turno, mentre la quarta squadra si fermerà sabato, sempre a fine turno.

Scrivono ancora i sindacati: “Le difficoltà produttive per la saturazione di alcuni fondamentali impianti e segmenti produttivi come il Tubificio, unitamante a un contesto di investimenti e manutenzioni non effettuate o effettuate in parte, preoccupano e non danno sicuramente il segno e il senso della continuità e della prospettiva. Le Rsu non hanno mai permesso e non permetteranno mai che si concretizzi il possibile tentativo del management di scaricare sulle maestranze qualsivoglia livello di responsabilità individuale o collettiva relativamente al raggiungimento degli obiettivi prefissati”.