CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Alt-folk, pop e psichedelia per il nuovo live allo Zut di Foligno

Eventi Cultura e Spettacolo Foligno Spoleto Extra Città

Alt-folk, pop e psichedelia per il nuovo live allo Zut di Foligno

Redazione cultura
Condividi

FOLIGNO – Al via venerdì 24 marzo (ore 22) allo Spazio Zut di Foligno un nuovo appuntamento con Side B, seconda parte della rassegna musicale Re: play che vedrà protagonista il progetto Persian Pelican, i Quiver with joy e i Bloss tra alt-folk, pop e psichedelia.

Persian Pelican è un progetto musicale di Andrea Pulcini, marchigiano d’origine, con alle spalle una lunga permanenza a Roma e Barcellona. Grazie ai primi due album interamente autoprodotti, inizia a farsi conoscere dal pubblico per il suo songwriting intimista e malinconico ed i suoi testi che raccontano di piccoli melodrammi quotidiani. Ad aprile 2016 esce il suo terzo Lp intitolato Sleeping Beauty, prodotto grazie alla collaborazione di tre etichette italiane quali Bomba Dischi, Malintenti Dischi e Trovarobato. Un disco di alt-folk solare ed intenso, con sonorità più elettriche e piccole scie psichedeliche che vede nel mondo onirico uno strumento utile per trasformare il dolore di qualsiasi forma di separazione. L’album vede la partecipazione di numerosi ospiti tra i quali spicca l’inconfondibile voce del folksinger americano Tom Brosseau. Negli ultimi anni ha intrapreso un’intensa attività live insieme alla sua band.
I Quiver with joy giocano invece in casa visto che arrivano direttamente da Foligno. Ghost è il loro primo full-lenght, registrato (come per il primo EP) in totale filosofia do it yourself e vanta la collaborazione del thereminista e polistrumentista Vincenzo Vasi (Vinicio Capossela, Mike Patton, Mauro Ottolini). Questo disco racchiude dieci brani caratterizzati da un’evidente contaminazione stilistica: si passa da atmosfere oniriche a ballate pop, da brani funeral blues a crescendo post rock.
In tedesco Bloss significa semplice, puro, nudo. Questa è infatti la radice, l’origine della musica della band ferrarese, nata verso la fine dell’estate 2014: una musica compatta e minimale, che esplora furtivamente pensieri e stati d’animo dell’ascoltatore. Lo scorso mese di febbraio hanno pubblicato il loro secondo disco, intitolato Missing Dates.

Prossimo appuntamento con Shinebox e Julian Mente venerdì 14 aprile.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere