CARICAMENTO

Scrivi per cercare

All’ospedale di Perugia una tecnica innovativa per asportare i calcoli al fegato

Perugia Cronaca e Attualità Città

All’ospedale di Perugia una tecnica innovativa per asportare i calcoli al fegato

Redazione
Condividi

L'ospedale Santa Maria della Misericordia

PERUGIA – E’ stata sperimentata  con successo,  presso la struttura complessa di chirurgia generale e d’urgenza del professor Annibale Donini, una tecnica mini invasiva per la rimozione di calcoli biliari con la metodica percutanea, che abitualmente viene utilizzata per la risoluzione della patologia legata della calcolosi renale. Si tratta di un risoluzione chirurgica, di cui in letteratura esistono sporadici casi, effettuati negli Stati Uniti e pubblicati in riviste scientifiche nel 2009.

Lo strumento usato per l'operazione

Lo strumento usato per l’operazione

Per effettuare l’intervento è stata  costituita  una equipe multidisciplinare di professionisti radiologi interventisti, urologi, chirurghi e anestesisti , che, di fronte ad una situazione complessa di un paziente di 71 anni, più volte sottoposto a chirurgia tradizionale alle vie biliari, sono intervenuti con una metodica di litotrissia laser, che ha permesso l’asportazione del calcolo con un breve ricovero ospedaliero. “L’unicità del caso – rileva il dottor Paolo Guiggi della struttura di Urologia del Santa Maria della Misericordia-  consiste nell’ aver utilizzato una  strumentazione peculiare  della chirurgia delle vie urinarie, obbligati   da precedenti interventi che avevano cambiato la normale anatomia delle vie biliari”. Il paziente, che si era presentato in regime di urgenza  con un voluminoso calcolo, della grandezza di un uovo di gallina, incuneato nella via biliare comune, veniva dapprima sottoposto ad un drenaggio dei radiologi interventisti Stefano Mosca, Mathias  Fischer e Alberto Rebonato e poi ad intervento chirurgico eseguito dal dottor Guiggi coadiuvato dalla dottoressa Valentina Zavagno e  dall’anestesista, dottor Massimo Carria. ” Di fronte ad un quadro clinico estremamente complesso- sottolinea  con soddisfazione il professor Annibale Donini, direttore della struttura complessa della chirurgia d’urgenza , abbiamo ritenuto di sollecitare la collaborazione di altri specialisti per eseguire l’intervento con metodica mini invasiva ed innovativa “.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere