CARICAMENTO

Scrivi per cercare

All’Isuc la spunta l’avvocato Biscotti nel testa a testa con Teresa Severini

Perugia Terni Cultura e Spettacolo

All’Isuc la spunta l’avvocato Biscotti nel testa a testa con Teresa Severini

Redazione cultura
Condividi
Valter Biscotti
Valter Biscotti

PERUGIA – La presidente della Regione, Tesei, d’intesa come, da regolamento, con il presidente del consiglio regionale, Marco Squarta, ha individuato l’avvocato Valter Biscotti come commissario straordinario dell’Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea (Isuc). La nomina sarà formalizzata da un’apposita delibera della giunta regionale.  L’avvocato Biscotti, classe ’59, dopo la  laurea conseguita presso l’Università degli Studi di Perugia ha intrapreso la professione di avvocato iscrivendosi, dopo la pratica, all’albo nel 1987. Cassazionista dal 1999, assistente universitario, consulente legale di numerose aziende, svariate esperienze in campo di diritto penale, ha sempre espresso passioni culturali e di collezionismo e conservazione. E’ stato inoltre autore di diverse pubblicazioni tra cui “L’orizzonte europeo della globalizzazioni” (2005), “Principi di nuova Giustizia” (2015), “La tutela della vittima del reato” (2018), “Pecorelli deve morire”. Stando ad alcune indiscrezioni Biscotti fino all’ultimo è stato in ballottaggio con l’ex assessore alla Cultura di Perugia, Teresa Severini. Alla fine nella giostra l’ha spuntata l’avvocato.

Tosti Finora l’Istituto creato nel 1974 ha avuto come presidente il professore di storia Mario Tosti. E proprio Tosti si augura che il commissario “in questa fase di transizione, che tra l’altro vede il pensionamento del direttore e della responsabile della Sezione didattica, sappia salvaguardare gli “storici” collaboratori dell’Isuc. Le competenze e l’esperienza accumulata da questi colleghi in più di dieci anni di relazioni con gli enti locali, le associazioni, le Università e gli istituti culturali del territorio e nazionali – continua – richiede di valutare, da parte del commissario, nuove forme di continuazione del rapporto di collaborazione, in modo tale da non disperdere il patrimonio di conoscenze e esperienze maturate sia nel campo scientifico-didattico che formativo e permettendo così all’Isuc di continuare a essere, in quanto agenzia di formazione riconosciuta dal Ministero, un punto di riferimento per l’aggiornamento degli insegnanti, nonché luogo di ricerca privilegiato per la ricostruzione della storia dell’Umbria contemporanea nei suoi diversi approcci economici, politici e sociali”.

Severini Nel frattempo, l’ex assessore Teresa Severini, puntualizza così la sua posizione al riguardo: “Leggo con sorpresa in alcune testate locali che il mio nome sarebbe stato “in lizza” con quello dell’avvocato Biscotti per il commissariamento straordinario dell’Istituto per la Storia dell’Umbria Contemporanea, e che ‘alla fine della giostra l’ha spuntata l’avvocato’. Resto indecisa fra stupore e riso. Nulla sapevo e so delle intenzioni e delle scelte di Giunta e Consiglio Regionale in merito all’ISUC e mai ho immaginato di proporre una mia candidatura a quell’Ente. Meno che mai in veste di Commissario. Si tratta, all’evidenza, di una artata e miserevole fake news. Quanto ai suoi toni derisori, chi si è preso la responsabilità di pubblicarla, dovrebbe rivelarne la fonte per un elementare dovere di trasparenza verso me e verso i lettori”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere