domenica 28 Novembre 2021 - 18:10
6.9 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Al via il Terni Film Festival ‘Popoli e religioni’: “Cosa sarà” guarda al futuro dopo la pandemia

L'evento è stato presentato nel corso di una conferenza stampa nel salone della curia vescovile di Terni. Si parte domani alle 15.30 con “Fratello sole, sorella luna” al Cityplex

TERNI – Sarà il film di Franco Zeffirelli, “Fratello sole, sorella luna”  ad inaugurare sabato 6 novembre, alle ore 15,30 al Cityplex di via Roma, la 17. edizione del Terni Film Festival Popoli e Religioni diretta da Riccardo Leonelli, che si protrarrà sino al 14 novembre.

L’evento è stato presentato nel corso di una conferenza stampa nel salone della curia vescovile di Terni presente il fondatore del festival, oggi direttore dell’Istess, Istituto per gli studi teologici e storico sociali di Terni Arnaldo Casali,  il presidente della fondazione Carit Luigi Carlini,  il vescovo Giuseppe Piemontese, il presidente dell’associazione di volontariato San Martino Francesco Venturini, l’assessore alla cultura del Comune di Terni Maurizio Cecconelli e lo stesso Leonelli. Il titolo iconico dell’edizione è “Cosa sarà”.

Sguardo al futuro

Casali sottolinea come “il titolo dice tanto di come la pandemia ha segnato anche nel cinema, rappresenta l’incertezza che stiamo vivendo”. Cosa sarà, appunto dei nostri figli, del nostro pianeta, della nostra cultura, cosa sarà della bellezza, delle donne e di questa Europa. Un festival, che come ha sottolineato Leonelli, ha un taglio internazionale perchè la metà dei film in concorso sono europei e un altro 10% extraeuropei. La novità saranno i cortometraggi ed anche i documentari, come quello realizzato dall’associazione San Martino da da Matteo Ceccarelli e con protagonista Riccardo Leonelli, sulla visita a Terni di papa Giovanni Paolo II.

Saranno coinvolte anche le scuole che hanno aderito “Terni Film Festival scuola” e ogni mattina negli istituti superiori, per tutta la durata del festival sarà proiettato un film diverso.

I film e gli eventi di maggior rilievo

Oltre al classico che inaugurerà la rassegna, sempre sabato 6 novembre, alle ore 21,  è in programma il recital “Inferno” con Marzia Ubaldi, Daniele Procacci,  Augusto Zucchi e Chiara Mazzocchi. A seguire il film “Inferno” di Francesco Bertolini con la colonna sonora dell’Istituto Musicale Giulio Briccialdi. Domenica 7 novembre, alle ore 15,30 la proiezione del film “Abbi Fede”, di Giorgio Pasotti con lo stesso regista e Claudio Amendola. Pasotti sarà presente alla proiezione. ra gli ospiti Giobbe Covatta al quale verrà consegnato “L’Angelo” alla carriera.

Giovani stagisti

Sabato 13 novembre, dopo le premiazioni, verrà proiettato il film di Francesco Bruni “Cosa sarà”. Il film, autobiografico, racconta la storia di un regista che scopre di avere la leucemia e deve sottoporsi a trapianto di cellule staminali. Nella vita reale è stato il fratello del regista, il donatore, nella finzione sarà una sorellastra che il padre gli dice di avere. Sarà ospite l’attore Ninni Bruschetta. Non solo Leonelli ha illustrato un’altra novità: “Venti giovani stagisti i sono protagonisti attivi del festival, per mansioni varie, ma anche per le parti di attori nelle quali reciteranno. Il festival è un modo per coinvolgere la città e i giovani che hanno bisogno di capire cos’è il cinema e riscoprire lo stare insieme, dopo lunghi mesi di isolamento”.

 

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi