CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Al Teatro di Figura di Perugia due appuntamenti con Open Space ’16

Eventi Perugia Cultura e Spettacolo Extra Città

Al Teatro di Figura di Perugia due appuntamenti con Open Space ’16

Redazione cultura
Condividi

PERUGIA – Doppio appuntamento con la rassegna Open Space ’16 al Teatro di Figura di Perugia nel fine settimana. Venerdì 16 dicembre alle ore 21 il weekend si apre con Insomnia #1 concerto per corpi e voci liberamente tratto dal Macbeth di William Shakespeare, da un’idea di Alessandra Dell’Atti e Francesco Gabrielli. Ripartire dal corpo, ripartire dalla relazione fisica e danzata per indagare la natura di una delle coppie più controverse e discusse dell’opera shakespeariana, Macbeth e lady Macbeth. Nella solitudine della lotta per la vita, in un’epoca dove il potere si misura con il sangue versato dal nemico e la lealtà verso il proprio regno ne è la virtù suprema, i coniugi si mettono in luce tra gli eroi negativi della storia come la coppia di traditori per eccellenza. Le loro azioni, senza ritorno, contengono quella sete di potere e di affermazione che sovverte lo stato delle cose e supera i limiti dell’immaginario creato dalle proprie abitudini, deformando così  la realtà in incubo, l’inconscio in sovrannaturale, il sorriso in un assassino nascosto tra il mondo. Rivisitare le parole di Shakespeare non significa solo ripercorrere la sua drammaturgia, ma anche evidenziare, ove è possibile, i punti di contatto tra il paesaggio umano della nostra società e quello seicentesco descritto dall’autore, fissando il loro significato in uno spazio altro dalla struttura narrativa vera e propria dell’opera attraverso la parola, la danza, la musica e l’istallazione come contenitore visivo dell’azione scenica.  Sabato 17 dicembre alle ore 21 sarà la volta di Micro Teatro Terra Marique con Maria Maddalena o della Salvezza, ispirato alla Maria Maddalena da Fuochi di Marguerite Yourcenar, con Angela Pellicciari (nella fotografia), Giulia Pellicciari (tromba e violino), Francesco Vitillo (chitarra e arrangiamento), direzione e messa in scena di Claudio Massimo Paternò. “Ho sempre pensato di affidare la mia parola teatrale a dei musicisti oppure a un direttore d’orchestra che concepisse le mie parole come una partitura musicale”. In accordo alle parole di Marguerite Yourcenar, lo spettacolo si sviluppa tra voce e musica. Attraverso la stessa Maria Maddalena conosceremo la sua intensa vita, dagli albori di una giovinezza sino alla vecchiaia. In mezzo il suo rapporto con Dio.

 

Per informazioni e prenotazioni: Teatro di Figura 075.5725845

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere