CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Al Gubbio col Bassano basta Ciccone: 1-0 con esonero dell’ex Magi

Calcio Alta Umbria Sport

Al Gubbio col Bassano basta Ciccone: 1-0 con esonero dell’ex Magi

Redazione sportiva
Condividi

(Foto Simone Zaccagni -RGM)

GUBBIO (4-4-1-1): Volpe; Paramatti, Burzigotti, Piccinni, Lo Porto; Cazzola (47′ st Paolelli), Giacomarro, Sampietro, Ciccone (32′ st De Silvestro); Casiraghi (47′ st Jallow); Marchi. A disp.: Costa, Fumanti, Bergamini, Conti, Malaccari, Manari, Libertazzi. All. Pagliari.
BASSANO VITUS  (4-3-3): Grandi; Andreoni, Pasini, Barison, Stevanin (42′ st Bonetto); Bianchi, Botta (34′ st Giordani), Proia (14′ st Diop); Venitucci, Fabbro, Minesso. A disp.: Falcone, Bortot, Ceccato, Laurenti, Popovic, Salvi, Tronco, Zarpellon. All. Magi.
Arbitro: Tursi di Valdarno (assistenti Lenza-Sarti).
Marcatori: 3′ pt Ciccone (G).
Note: espulso al 42′ st Pierotti (B) per proteste, allontanato dalla panchina. Ammoniti: Sampietro (G), Barison (B), Botta (B), Volpe (G), Fabbro (B), Paramatti (G). Angoli: 10-5 per il Bassano. Recupero: 1′ pt; 5′ st.

GUBBIO – Vedi Gubbio e poi fuori. Parafrasando il celebre detto, potrebbe essere riassunto così il ritorno di Beppe Magi nella città dei Ceri. Il suo Bassano Virtus infatti esce sconfitto per 1-0 al Barbetti e la società lo esonera con il suo vice Luca Perotti. I Lupi di Pagliari invece riprendono con merito la marcia. Decide un gol di Ciccone dopo appena 3′ di gara con l’esterno rossoblù bravo a ribadire in rete di sinistro una ribattuta derivante da una traversa colpita da Casiraghi, autore di una pregevole giocata (sombrero al diretto difensore e pallonetto sul portiere). Il Bassano ha due occasioni per pareggiare, al 10′ con Bianchi al volo (salvataggio di testa di Piccinni) e al 26′ con Barison che di testa sfiora il palo su corner di Venitucci. Poi prima dell’intervallo Cazzola salta Stevanin e sfiora il raddoppio.

N ella ripresa è il Gubbio a  sfiorare per più volte il raddoppio con Ciccone, Marchi e Burzigotti. Poi al 45′  lo stesso Burzigotti comette un’ingenuità regalando palla agli avversari: Minesso calcia forte in area, ma la palla fa la barba al palo. Il Gubbio sale così a quota 18 punti al tredicesimo posto raggiungendo la Fermana ed arrivando ad una sola lunghezza dai veneti.

Da segnalare lo striscione per Magi (nella foto di Simone Zaccagni- RGM), esposto dai tifosi rossoblù, che non dimenticano la vittoria di un campionato di Serie D e l’anno scorso il sesto posto e la qualificazione playoff in Lega Pro. Magi ha ringraziato con un saluto.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere