sabato 4 Febbraio 2023 - 09:38
-1.2 C
Rome
- Pubblicità -spot_img
spot_img

Agricoltura, 70mila euro per ogni giovane imprenditore umbro che avvia nuova attività

Ci sono 6 milioni disponibili per favorire il biologico e il ricambio generazionale, oltre alle idee innovatie

PERUGIA – Ci sono 6 milioni di euro disponibili in Umbria per avviare giovani imprese agricole. Fanno parte del Programma di sviluppo rurale e la Regione ha lanciato l’avviso pubblico. E’ previsto un premio di 70mila euro per ciascun giovane insediato, che si impegna a condurre un’azienda agricola in regime biologico, per la copertura dei costi inerenti l’avvio e l’esercizio delle attività. Gli obiettivi secondo la Regione, sono quelli di attrarre nuove leve alle produzioni biologiche e favorire il ricambio generazionale. Si punta all’utilizzo di tecnologie Ict (Information and communication technologies) e agricoltura di precisione, oltre ad adottare metodi di produzione e di trasformazione dei prodotti maggiormente sostenibili in termini ambientali, economici e sociali.

Potranno essere finanziati, inoltre, progetti orientati alla produzione di servizi connessi all’agricoltura quali: agriturismo, agricoltura sociale e fattorie didattiche. I progetti imprenditoriali proposti in domanda saranno valutati al fine della loro finanziabilità con criteri regionali rispondenti a precisi obiettivi strategici: innovazione, ambiente, produzione di energia da fonti rinnovabili, inserimento lavorativo di giovani inoccupati o disoccupati. Beneficiari dell’aiuto regionale sono giovani di età compresa tra i 18 e i 41 anni non compiuti, che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo azienda.

A titolo di affitto

L’impresa può essere condotta anche a titolo di affitto, oltre che proprietà o usufrutto. È possibile presentare la domanda di sostegno a partire dal 21 settembre prossimo fino al 16 gennaio 2023. Tutte le informazioni saranno consultabili sul sito istituzionale della Regione Umbria al canale Bandi (Bando PSR Misura 6.1.1.). Gli interventi saranno finanziati con i Fondi EURI (European Union Recovery Instrument), strumento finanziario dell’Unione europea finalizzato al superamento della crisi economica che si è determinata a seguito della pandemia da Covid-19.

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]