CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Agci Umbria: “Promuovere la cultura d’impresa per ripartire”. Nardini confermato presidente

Economia ed Imprese

Agci Umbria: “Promuovere la cultura d’impresa per ripartire”. Nardini confermato presidente

Redazione economia
Condividi

PERUGIA – Venerdì 20 novembre, alla presenza del Presidente Nazionale dell’Agci Giovanni Schiavone si è svolto in videoconferenza il Congresso regionale dell’Agci  Umbria – Associazione Generale Cooperative Italiane. Si sono riunite le Cooperative associate per analizzare la qualità dello sviluppo economico nella Regione Umbria e per rappresentare il punto di vista delle Imprese Cooperative e le loro difficoltà in questo periodo di eccezionale crisi dovuta all’emergenza sanitaria da Covid 19
Il Presidente Agci  Umbria Gabriele Nardini ha esposto nella propria relazione il percorso di crescita che si è compiuto nel triennio del proprio mandato, dovuto principalmente ad un rinnovato rapporto di fiducia tra la dirigenza dell’Associazione e le Cooperative aderenti, che hanno apprezzato l’ampliamento del ventaglio dei servizi erogati, la disponibilità all’ascolto e l’incremento del livello di rappresentanza presso le istituzioni e le parti sociali. Nardini ha inoltre sottolineato la qualità produttiva delle Cooperative associate ad Agci  Umbria, la loro resilienza in questo periodo tragico e le necessità più urgenti per un corretto sviluppo economico e sociale della nostra regione in cui le cooperative possano essere ancor più protagoniste.

Crescita complessiva “In questo quadro complicato – sottolinea l’associazione – i dati comunque certificano una crescita complessiva dell’AGCI e della cooperazione in Umbria. La Cooperazione infatti mantiene l’occupazione, investe su se stessa e rilancia un modello di economia partecipativa. Risulta comunque evidente che il grado collaborativo con le Istituzioni e tra le Istituzioni necessiti di una qualità superiore e di una visione di medio e lungo termine in cui possano crescere, per merito, imprese innovative e competitive, supportate da regole eque e trasparenti nella lotta comune alle cooperative “spurie” che danneggiano il lavoro delle imprese che faticosamente operano nella legalità. In questo periodo di crisi mai vista prima l’Agci Umbria invoca con forza che tutte le pubbliche istituzioni agiscano in totale sintonia con il mondo produttivo e con le parti sociali al fine di garantire alle imprese, ai lavoratori ed ai cittadini un sostegno adeguato per impedire il disfacimento del tessuto imprenditoriale regionale e per favorire la ripartenza, una volta che l’emergenza sanitaria comincerà a mollare la presa”.

Punti focali “L’Agci Umbria – spiegano – esprime una grande attenzione ai fenomeni di emarginazione dal lavoro, all’ingresso di giovani nel mondo del lavoro, alle fasce di popolazione più fragili, alla promozione della cultura d’impresa, alla interrelazione con le agenzie educative e l’associazionismo d’Impresa.
Negli interventi che si sono succeduti i Delegati delle Cooperative di Agci Umbria hanno coralmente dichiarato di sentirsi parte del patrimonio produttivo della Regione Umbria esprimendo un ringraziamento a tutti i Soci Lavoratori che con il loro impegno quotidiano hanno permesso la crescita di una Cooperazione sana in cui si esprimono identità, buon lavoro e alta qualità partecipativa. Sono questi i capisaldi che consentiranno al mondo cooperativo di superare anche questa crisi dal carattere eccezionale ed epocale”

Gizzi Tra i vari interventi va rilevato quello del Responsabile Nazionale Acpiper le Relazioni Industriali, Giuseppe Gizzi, nonché componente del CdA del Fondo Paritetico Interprofessionale Foncoop incentrato sull’importanza strategica della formazione continua nella società cooperativa che, per propria costituzione, ha come elemento principale proprio le risorse umane e l’insieme dei valori e delle competenze che queste esprimono.
Molto gradito ed apprezzato è stato l’intervento del Presidente Nazionale Agci Giovanni Schiavone, che ha rimarcato il proprio impegno a garantire un vero rinnovamento in seno all’Associazione, attraverso il ricambio generazionale e l’ammodernamento del sistema di governance. Il presidente nazionale ha poi assicurato un’attenzione forte nei confronti dei territori, soprattutto i più fragili, garantendo un adeguato sostegno finanziario, logistico e di servizi, al fine di permettere la crescita e lo sviluppo dell’Associazione nei territori in cui è ancora debole e frammentaria.

Nardini presidente Al termine dei lavori i Delegati hanno riconfermato, all’unanimità e per acclamazione, Gabriele Nardini Presidente per un altro mandato quadriennale.
Ad affiancare Gabriele Nardini nella Presidenza Regionale ci saranno i due Vice Presidenti Andrea Meucci e Massimo Giovannelli.
Il Consiglio Regionale risulta ora composto da Gianfranco Piombaroli, Giorgio Scassini, Mauro Brugnoni, Ornella Taschetti, Laura Cipiccia, Marco Tallarico, Sara Maffei, Luca Ascani, Laura Tassi, Marco Cairoli e Nicola Bellezza.
Lo stesso Gianfranco Piombaroli è stato eletto Presidente AGCI Solidarietà Umbria e Marco Tallarico Vice Presidente Agci Solidarietà Umbria, con delega alla Cooperazione Sociale di tipo “B”. Confermato Massimo Rosati come Revisore Unico dell’Associazione.

Tags: