CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Aeroporto di Perugia, a partire da luglio tre nuove rotte per Cagliari, Tirana e Bari

Politica

Aeroporto di Perugia, a partire da luglio tre nuove rotte per Cagliari, Tirana e Bari

Pierpaolo Burattini
Condividi

PERUGIA – Sase spa – società di gestione dell’aeroporto dell’Umbria – e Mistral Air – compagnia aerea del gruppo Poste Italiane – sono liete di annunciare l’avvio di 3 nuove rotte da/per l’aeroporto internazionale dell’Umbria – Perugia “San Francesco d’Assisi” a partire dal prossimo luglio.

Nel dettaglio, prenderanno il via dal 1 luglio i collegamenti aerei con Cagliari, Bari e Tirana, operati con aeromobili ATR 72-500 da 68 posti e programmati fino al 30 ottobre con fino a 3 frequenze settimanali. I biglietti di viaggio saranno in vendita da lunedì 6 giugno su www.mistralair.it e presso le migliori agenzie di viaggio, con tariffe a partire da 55,00 euro inclusi bagaglio a mano e bagaglio da stiva da 15 kg, escluse tasse aeroportuali.

Fondata più di 30 anni fa da Carlo Pedersoli (in arte Bud Spencer), Mistral Air è uno dei principali operatori aerei a capitale interamente italiano, fino ad oggi operante principalmente nel settore Charter a medio raggio e nel trasporto cargo, con una flotta composta da Boeing 737 ed ATR-72. La compagnia dal 2002 è di proprietà del Gruppo Poste Italiane ed opera voli di linea nazionali, internazionali, charter a medio e breve raggio e voli ad hoc. Annunciando per il prossimo 21 giugno l’incontro presso l’aeroporto umbro con gli operatori del settore turistico ed i media regionali, si intende cogliere l’occasione per presentare, alla presenza del management della MistralAir e del suo Chief Commercial Officier – Mark Camilleri – la nuova collaborazione tra la stessa e l’aeroporto internazionale dell’Umbria.

Sase esprime la propria soddisfazione “per essere stati inclusi nel lancio delle nuove rotte regionali da parte di Mistral Air. Il ripristino dei collegamenti con Puglia e Sardegna risponde alle esigenze del nostro territorio e va a colmare il gap creatosi con la sospensione di alcune rotte Ryanair, mentre il potenziamento dei voli da/per l’Albania è il risultato del consolidamento dei traffici VFR e business con il paese balcanico. L’auspicio – conclude la società – è che Mistral Air possa, a partire da queste prime rotte, consolidare il proprio ruolo di unico vettore regionale nazionale, con cui poter identificare ulteriori opportunità di sviluppo”.