CARICAMENTO

Scrivi per cercare

A Terni arriva Umbria Green Festival, per imparare un nuovo stile di vita

Cronaca e Attualità Varie

A Terni arriva Umbria Green Festival, per imparare un nuovo stile di vita

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Una full immersion nella mobilità elettrica e nel turismo ecologico. Umbria Green Festival arriva a Terni: la prima edizione si svolgerà dal 23 al 25 settembre prossimi. L’obiettivo della manifestazione, organizzata da Techne srl, capofila di Umbria Green Incoming, insieme al Comune di Terni e ad Umbria Experience e col patrocinio di Regione, Anci Umbria e Comune di Narni, è mettere in mostra l’eccellenza del turismo green e della mobilità elettrica in Umbria.

Il Festival sarà l’occasione per avvicinarsi a stili di vita più green e, grazie al servizio di car-sharing regionale di “Umbria Green Card”, sarà possibile provare una delle auto elettriche disponibili sul posto. L’occasione sarà anche buona per il primo raduno della mobilità elettrica dell’Umbria.  E non mancheranno momenti di spettacolo, dai concerti all’Anfiteatro Fausto di Roberto Vecchioni, Paolo Jannacci e i Musici di Guccini. Inoltre ci saranno rappresentazioni teatrali, laboratori ed eventi per ragazzi in tutto il fine settimana.

“Umbria Green Festival – spiega Luciano Zepparelli, amministratore della Techne, società che opera nel settore delle rinnovabili nel corso della presentazione di oggi alla BCT di Terni – vuole dare l’opportunità a tutti i visitatori di vivere un’esperienza 100% green nell’eco-villaggio allestito presso i giardini pubblici “La Passeggiata”. Turismo, mobilità elettrica, sostenibilità ambientale, eccellenze enogastronomiche si incontrano per presentare, all’opinione pubblica e ai cittadini, l’Umbria cuore verde d’Italia. Abbiamo scelto Terni perché è una città che offre grandi opportunità essendo al centro di un’area estremamente significativa dal punto di vista paesaggistico, culturale, turistico ed enogastronomico e anche perché rappresenta la porta d’ingresso dell’Umbria verso Roma, Viterbo, Rieti e Civitavecchia”. “La valorizzazione sostenibile del territorio- prosegue – territorio è uno degli obiettivi che vogliamo perseguire ed è per questo che durante il Festival avremo convegni dedicati, un’area interamente destinata ai bambini con laboratori sul riciclo di materiale di rifiuto, sulla sostenibilità ambientale, la sana alimentazione, l’uso razionale dell’energia, per renderci tutti consapevoli e responsabili dell’importanza dell’economia verde per il futuro del pianeta. Ampio spazio verrà dato al turismo green visto come strategia di sviluppo per l’intera regione, con educational e convegni, con il coinvolgimento della Fiavet (Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo) e  degli operatori turistici del settore, che promuovono il brand Umbria cuore verde d’Italia”.

Per l’assessore comunale al Welfare e alle politiche sociali Stefano Bucari è “una inziiativa che si inserisce nell’ottica di una nuova visione dello sviluppo del nostro territorio, che ha una rilevante tradizione di produzioni consolidate, ma che è oggettivamente incline alla innovazione, al rapportarsi con le nuove dinamiche nazionali e internazionali. Terni è estremamente impegnata a difendere il suo passato e il suo presente così come a trovare nuove dinamiche future. Su questi argomenti – sottolinea –  è necessario parlare, pensare, incontrarsi; da questi temi alti, dipende il futuro dei territori e delle nuove generazioni”. Fabio Paparelli, vicepresidente della Regione ed assessore all’economia, commercio e turismo ha invece sottolineato come  “l’Umbria vuole continuare ad essere il cuore verde d’Italia ma con una sfumatura in più. Ciò presuppone un nuovo modello di sviluppo e interventi dal basso, magari su più campi contemporaneamente. Penso all’industria e la chimica verde, le fonti rinnovabili e la viabilità alternativa e elettrica, il turismo sostenibile e l’efficientamento energetico. Stiamo sperimentando un modello che tende a tenere tutto insieme in una visione complessiva. Il nostro tessuto socio-economico è stato molto sensibile e recettivo e oggi possiamo contare su eccellenze mondiali insieme a esperienze diffuse su tutto il territorio che rappresentano altrettante eccellenze in questo campo. Per questo motivo, Umbria Green Festival può davvero rappresentare un’occasione di crescita e promozione dell’intero settore oltre che di sviluppo di una cultura ambientale che metta a valore ricerca e innovazione in questi ambiti per creare uno sviluppo e un’ occupazione di qualità specie in quelle aree dove è necessario riconvertire, fra cui quella ternana”

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere