CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Spoleto, ‘messa’ del prete scomunicato: “Così si rischia la stessa sanzione”

Cronaca e Attualità Foligno Spoleto

Spoleto, ‘messa’ del prete scomunicato: “Così si rischia la stessa sanzione”

Redazione
Condividi

SPOLETO– Da diversi mesi è stato scomunicato per ‘eresia e scisma’ dopo essere stato inizialmente sospeso. Tuttavia Alessandro Minutella, ex sacerdote siciliano, continua non solo a celebrare i sacramenti, ma ha anche fondato una sua comunità. Ora l’ex sacerdote arriva in Umbria, a Spoleto, dove oggi alle 17.30 presso l’Hotel Vecchio Forno, a Cortaccione di Spoleto, terrà  un incontro di preghiera con confessioni, rosario e celebrazione eucaristica.

Archidiocesi L’Archidiocesi in una nota avverte: “Al fine della tutela della fede dei credenti e della loro comunione con la Chiesa Cattolica, si comunica che tale celebrazione non è in alcun modo autorizzata. Don Alessandro Minutella, infatti, è stato scomunicato latæ sententiæ per i delitti di eresia e scisma da S.E. Mons. Corrado Lorefice, Arcivescovo di Palermo, con decreto in data 15 agosto 2018 a lui comunicato il 13 novembre 2018.L’assenso alle dottrine insegnate da don Minutella e l’adesione formale allo scisma da lui perpetrato costituiscono una grave offesa a Dio e una ferita alla comunione ecclesiale, che comporta la scomunica latæ sententiæ stabilita dal diritto della Chiesa. Si invitano pertanto i fedeli a non prendere parte alla celebrazione per non incorrere nella stessa sanzione canonica”.

Scomunica Minutella è stato scomunicato nel 2018, per le sue posizioni contro Papa Francesco, definito ‘eretico’ (Bergoglio non è il Papa, la massoneria con l’appoggio delle lobby sataniche ha piazzato lì Jorge Mario Bergoglio) e contro la Chiesa, definita “impostura della falsa Chiesa, multinazionale della menzogna e della falsità. Prostituta indegna, venduta ai poteri del mondo”. Il richiamo gli valse la rimozione dalla parrocchia e la sospensione ma lui ha proseguito, fondando una sua comunità

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere