CARICAMENTO

Scrivi per cercare

A Solomeo Wilson chante Montand

Eventi Perugia Cultura e Spettacolo Extra Città

A Solomeo Wilson chante Montand

Redazione cultura
Condividi

SOLOMEO – Al via martedì 20 dicembre (ore 21) un evento di portata internazionale in esclusiva per l’Italia  al Teatro Cucineli di Solomeo. Dopo il debutto di novembre scorso a Monte Carlo arriva infatti  Lambert Wilson, uno dei più popolari e apprezzati attori francesi, presenta Wilson chante Montand, un concerto jazz e, al contempo, una grande prova d’attore. Il poliedrico artista ci restituisce il suono e la personalità di un altro celebre protagonista della scena internazionale, Yves Montand: trenta brani arrangiati da Bruno Fontaine e sei musicisti sul palco per apprezzare grandi classici come Les feuilles mortes, A Paris, La bicyclette, Les Grands Boulevards o Syracuse, ma anche alcune rarità come Les Bijoux, composta da Leo Ferré su una poesia di Charles Baudelaire. Wilson ha affidato il progetto e la regia dello spettacolo a Christian Schiaretti, Direttore del Théâtre National Populaire di Villeurbanne. Wilson aveva già fatto qualche incursione nel repertorio di Yves Montand all’epoca dei suoi primi spettacoli musicali, negli anni 90. E aveva a lungo accarezzato l’idea di montare uno spettacolo con le sue canzoni. Ma il suo lavoro d’attore cinematografico prima e le commedie musicali che lo hanno visto protagonista allo Châtelet a Parigi poi, avevano avuto il sopravvento. Infine Wilson ha potuto finalmente accettare la proposta dell’etichetta Sony Classical per un progetto tutt’intorno a Montand. L’album è nato grazie alla complicità di Lambert con il pianista e arrangiatore Bruno Fontaine, con cui ha molto lavorato in «On connaît la chanson», il film d’Alain Resnais. Oggi quello che ci aspetta è quasi un film più che un semplice concerto. Yves Montand e Lambert Wilson sono entrambi baritoni leggeri, hanno una tessitura e un timbro vocale molto simili ma, soprattutto, condividono la stessa passione per la parola. Lo spettacolo oltre a ripercorrere il repertorio canoro di Yves Montand, attraverso i testi, la poesia e la musica, delinea il ritratto di quell’immigrato italiano, figlio della classe operaia, pieno di talento e di ambizione, divenuto una vera e propria icona del XX secolo, che per anni ha incantato le platee di tutto il mondo senza effetti spettacolari, senza contorno di coristi e ballerini, solo con la sua voce e il suo corpo.

Prenotazioni: Botteghino Telefonico Regionale 075.57542222 – www.teatrostabile.umbria.it.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere