CARICAMENTO

Scrivi per cercare

A Norcia è stata accesa la fiaccola benedettina tra i resti della basilica

Cronaca e Attualità Foligno Spoleto

A Norcia è stata accesa la fiaccola benedettina tra i resti della basilica

Redazione
Condividi
L'accensione della fiaccola
L'accensione della fiaccola
NORCIA – A Norcia sabato pomeriggio, è stata accesa la fiaccola benedettina tra i resti della basilica sconquassata dal sisma. Il primo tedoforo è stato il tenente colonnello Gianfranco Paglia, rimasto gravemente ferito in Somilia nel ’93, che l’ha presa dalle mani di due giovani dei Corpi di solidarietà europea, Federico dalla Spagna e Diana dalla Lettonia.

Ungheria La fiaccola partirà alla volta di Budapest, scelta come zona in cui sarà irradiata la luce di Benedetto, accesa sabato alla presenza dell’abate di Montecassino Donato Ogliari, di padre Cassiano Folsom della comunità monastica di San Benedetto in Monte a Norcia e di don Marco Rufini, arciprete della parrocchia di Norcia. Con loro anche i tre sindaci Francesco Pelliccia di Subiano, Enzo Salera e di Cassino e Nicola Alemanno di Norcia, secondo cui “attingere il fuoco dalle rovine della Basilica è un momento di grande significo e carico di forte emozione. Quest’anno non è stato possibile accedere perché all’interno sono posizionate le pietre del campanile che consentiranno la ricostruzione filologica della Basilica, ‘com’era e dov’era”.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere