CARICAMENTO

Scrivi per cercare



A Modena la Sir Perugia cerca e trova la storia: Azimut battuta 3-1 e tetto d’Italia confermato

Perugia Pallavolo Sport Città

A Modena la Sir Perugia cerca e trova la storia: Azimut battuta 3-1 e tetto d’Italia confermato

Redazione sportiva
Condividi

di Raffaello Agea 

Modena – C’è una partita che forse vale più delle altre nel nostro campionato. C’è un palazzetto all’interno del quale, nel passato recente e meno recente, sono state scritte pagine esaltanti di pallavolo. Quella partita è la sfida tra due squadre diventata una classica nel panorama del volley nazionale.
Perugia che affronta Modena non potrà mai essere un match scontato, dovunque esso si giochi. Il sale in più di oggi è poi quel palazzetto. Quel PalaPanini conosciuto non solo per le tradizioni e il blasone che vanta la squadra di casa, ma anche per il tempo passato dall’ultima vittoria conquistata su quel campo da Perugia.
Cinque anni e quattordici giorni sono passati dal 19 gennaio 2014, quando a Modena gli umbri si imposero con lo stesso punteggio di oggi, peraltro come avevano fatto l’anno precendente.
Ed è stato così che, tra il tripudio dei Sirmaniaci accorsi in terra emiliana, di quelli rimasti a casa e di tutti quelli di fede Sir, l’incantesimo è stato rotto.
Ma non c’è voluto nessun mago, nessun esorcista. E’ bastata la superiorità sul campo: tecnica, agonistica e mentale che oggi gli uomini di Bernardi hanno dimostrato di poter sfoderare.

Per la Sir qualche ombra all’inizio
Il sold out dell’impianto modenese è il miglior contorno del duello, con i padroni di casa certo desiderosi di un pronto riscatto rispetto all’opaca partita di Champions League persa in Polonia contro lo Zaksa. Dall’altra parte sanno che la reazione potrebbe essere veemente, con la necessità di controllarla senza voler strafare, rischiando così di vanificare l’ottimo lavoro delle ultime partite.
In effetti all’inizio, non senza la complicità della Sir, Modena è apparsa molto concreta.
Il servizio di Perugia non graffia e anzi, in suceessione, sbagliano al primo colpo non solo Atanasijevic e Leon, ma anche De Cecco e Lanza. L’errore dello schiacciatore italiano vale il 7 a 6 per gli emiliani, che tuttavia dimezzano gli errori dai nove metri.
Dalla parte di Perugia sembra che il braccio dei giocatori in battuta sia un po’ tirato, forse sintomo di un po’ di nervosismo che stenta ad allontanarsi e che non fa esprimere al meglio le potenzialità.
Nonostante Modena si trovi sempre leggermente in avanti nel punteggio, non ci sono break decisivi.
A metà parziale c’è un episodio sintomatico della grande tensione che regna in campo. L’attacco di Urnaut è out e il primo arbitro La Micela non si avvede di un tocco millimetrico di Atanaasijevic, che però induce Velasco a chiamare il videocheck. L’esame delle immagini decreta il tocco, ma a causa delle contestazioni da una parte e dall’altra, c’è il giallo per entrambe le formazioni e, ovviamente, con le nuove regole, l’avvertimento all’opposto serbo.
Il primo set va avanti ancora sul filo della concitazione e nonostante un buon 55% della Sir in attacco, saranno i 3 errori diretti in attacco degli ospiti (contro 0 di Modena), a consegnare il set a Zaytsev e soci, guarda caso proprio con un errore di Leon in pipe abbastanza inusuale per uno come lui. Finisce 25 a 23, ma la sensazione è che se Perugia giocasse con maggior scioltezza, la musica potrebbe essere diversa.

Poi tante luci fino alla fine
Il servizio di Perugia va ancora a corrente alternata, ma dall’altra parte l’attacco dai nove metri non incide più di tanto. La ricezione della Sir, ma anche la caparbietà della difesa della sua seconda linea, consentono buoni cambi palla e contrattacchi decisivi. Leon sembra un po’ appannato anche in attacco, ma per la palla alta ci pensano Atanasijevic e Lanza. E’ lo stesso Lanza a mettere asegno i due aces consecutivi che valgono il 17 a 15 per Perugia.
Ma Modena non ci sta, e un altrettanto caparbio e concreto Zaytsev riporta in parità la sua squadra con un paio di block out molto intelligenti, oltre che vincenti (18 – 18).
Leon però non è da meno e con altrettanti mani out (di potenza e di altezza) firma il nuovo vantaggio (20 – 18).
Torna il servizio e Atansijevic non abbandonerà la battuta fino alla fine del set, mettendo a segno due aces (21 – 18 e 24 – 18) e consentendo l’attacco decisivo di Leon (25 – 18).
Nel terzo set Perugia torna definitivamente ad essere la squadra cinica e vincente che porta l’imprinting di Bernardi, tanto che non peseranno i ben 10 errori al servizio collezionati nel corso della frazione.
Modena non riuscirtà mai a murare con successo e l’attacco della Sir, azionato da un ispiratisismo De Cecco, capace di liberare in modo vincente tutti i terminali offensivi, farà scrivere agli scoutmen uno schiacciante 86% di squadra, con Atanasijevic a quota 8 su 9 e con Lanza e Leon a quota 4 centri su 5. Latita invece l’attacco di palla alta di Modena, con Zaytsev che verrà chiamato solo due volte da Christenson.
Perugia rimarrà costantemente in vantaggio per quasi tutta la durata del frangente e sarà proprio l’attacco in diagonale di Atanasijevic a fermare il punteggio sul definitivo 25 a 20.
Sulle ali del vantaggo acquisito, ma soprattutto di un entusiasmo che si percepisce chiaramente, si percepisce altrettanto distintamente una certa tranquillità sulle facce degli uomini di Bernardi.
Non è certo cosa fatta avranno pensato in campo, ma vietato non sognare, soprattutto per quelli come Atansijevic e Della Lunga che quell’ultima volta a Modena c’erano.
Il servizio di Modena aumenta i giri nel quarto set e Leon prende ace sia da Holt, sia da Urnaut. Il vincente dello sloveno vale il punto del 17 pari, ma a quel punto Bernardi decide di togliere il caraibico dalla rivcezione, arretrando Lanza da posto 4. In questa situazione Leon è “costretto” ad attaccare da posto 5, cioè da seconda linea; ma per lui non è un problema, tanto che firmerà i punti del 18 pari e del 20 pari, ultimo decisivo argine per contrastrare il ritorno dei padroni di casa.
Un ritorno che però non decollerà mai in modo decisivo, frenato da un attacco con percentuali ancora troppo basse per contrastare quello della Sir.
Poco dopo sarà lo stesso Leon ad andare al servizio e ad inanellare due aces consecutivi (i primi del match per lui… ), portando Perugia sul 22 a 20. La sua serie durerà fino all’errore del 24 a 21, quando dall’altra parte andrà al servizio Zaytsev: ricezione perfetta di Leon, primo tempo vincente di Ricci e tabu sfatato.

Una bella vittoria, una vera vittoria
Una vittoria di sostanza per la Sir, ma prima ancora una bella vittoria, vera e di sostanza per come è maturata.
La Modena del grande Velasco esce un po’ ridimensionata? Forse sì, perché le contromisure di quello che a ragione è considerato uno dei più grandi tecnici della storia della pallavolo, non certo per suo demerito, non hanno funzionato.
Non hanno funzionato perché non è azzardato dire che stasera i suoi giocatori probabilmente non hanno capitalizzato in pieno i suoi insegnamenti motivazionali, prima che tecnico-tattici.
Quindi poco conta che la Sir stasera abbia colelzionato ben 30 errori al servizio contro i 16 degli avversari, perché la partita i ragazzi di Bernardi l’hanno vinta prima di tutto mettendo in campo il giusto atteggiamento. Mai remissivi, mai attanagliati dal desiderio di far arrivare la vittoria che mancava da tanto tempo su quel campo.
MVP sul campo ancora Leon, ancora una volta. Però sarebbe meglio ditre: MVP la Sir, la squadra, il movimento e quello che il volley a Perugia rappresenta per la città e per questo sport in genere.
Ma la sfida continua, perché sabato in quel di Bologna, in occasione della semifinale di Coppa Italia, sarà ancora sfida tra la squadra della città del Grifo e la compagine dei canarini.

Primo set

Primo punto per Modena con l’attacco di Urnaut: 1 – 0.
Mani out di Urnaut: 2 – 0.
Pallonetto vincente di Atanasijevic: 2 – 1 Modena.
In rete il servizio dell’opposto serbo: 3 – 1 Modena.
A terra l’attacco di Leon in diagonale: 3 – 2 Modena.
In rete anche il servizio di Leon: 4 – 2 Modena.
Out il servizio di Anzani: 4 – 3 Modena.
Holt mette fuori dal centro, ma c’è invasione a rete: 5 – 3 Modena.
Out il servizio di Zaytsev: 5 – 4 Modena.
Podrascanin spazzola sulle mani del muro: 5 pari.
Errore di De Cecco al servizio e poi di Bednorz: 6 pari.
Anche Lanza mette in rete il servizio: 7 – 6 Modena.
Atanasijevic “sporca” sul muro: 7 pari.
Primo punto per Zaytsev: 8 – 7 Modena.
Pipe senza muro di Lanza, ma la palla è out: 9 – 7 Modena.
Mani out di Atanasijevic: 9 – 8 Modena.
Zaytsev a terra da posto 4: 10 – 8 Modena.
Atanasijevic a terra in diagonale: 10 – 9 Modena.
Atanasijevic murato da Anzani: 11 – 9 Modena.
Primo tempo vincente di Ricci: 11 – 10 Modena.
A terra anche il primo tempo di Holt: 12 – 10 Modena.
Ace di Zaytsev, che sorprende Leon accorciando: 13 – 10 Modena.
Podrascanin dal centro accorcia: 13 – 11 Modena.
Holt ancora a segno dal centro: 14 – 11 Modena.
Out il servizio di Bednorz: 14 – 12 Modena.
Il videocheck dice che c’è tocco sull’attacco di Urnaut: 15 – 12 Modena.
In rete il servizio di Holt: 15 – 13 Modena.
Ace di Podrascanin: 15 – 14 Modena.
Zaytsev vincente sulla parallela: 16 – 14 Modena.
Urnaut attacca da fermo ed è murato: 16 – 15 Modena.
Ace di Atanasijevic: 16 pari.
Out l’attacco di Leon, non c’è invasione: 17 – 16 Modena.
Leon murato: 18 – 16 Modena.
Atanasijevic mette a terra in dioagonale: 18 – 17 Modena.
In rete il servizio di Leon: 19 – 17 Modena.
Out il servizio di Anzani: 19 – 18 Modena.
E’ out anche il servizio di Della Lunga: 20 – 18 Modena.
Pipe vincente di Leon: 20 – 19 Modena.
Mani out di Bednorz: 21 – 19 Modena.
In rete la battuta di Bednorz: 21 – 20 Modena.
Fuori il servizio di Lanza: 22 – 20 Modena.
Atanasijevic in diagonale strettissima: 22 – 21 Modena.
Urnaut vincente in diagonale: 23 – 21 Modena.
Out l’appoggio di Pierotti in palleggio: 23 – 22 Modena.
In rete il servizio di Atanasijevic: 24 – 22 Modena.
Leon mette a terra dalle sue altezze: 24 – 23 Modena.
Leon sbaglia in pipe e il primo set è di Modena: 25 – 23.

Secondo set

Mani out di Leon: 1 – 0 Sir.
Out l’attacco di Leon: 1 pari.
Mani out di Bednorz: 2 – 1 Modena.
Numero di De Cecco, chiusura di Atanasijevic: 2 pari.
Atanasijevic, mani out e 3 – 2 Sir.
Out il servizio di Atanasijevic: 3 pari.
Mani out di Ricci: 4 – 3 Sir.
Non passa l’attacco di Zaytsev: 5 – 3 Sir.
Out il servizio di Leon: 5 – 4 Sir.
In rete la battuta di Zaytsev: 6 – 4 Sir.
Bednorz vincente in parallela: 6 – 5 Sir.
Indecisione di Perugia in difesa: 6 pari.
Out il servizio di Bednorz, il videocheck conferma: 7 – 6 Sir.
Atanasijevic murato: 7 pari.
Out il servizio di Holt: 8 – 7 Sir.
Mani out di Zaytsev dopo azione lunghissima: 8 pari.
Out l’attacco di Atanasijevic: 9 – 8 Modena.
Mani out di Leon al secondo tentativo: 9 pari.
In rete il servizio di Podrascanin: 10 – 9 Modena.
Invasione a rete sull’attacco di Atanasijevic: 10 pari.
Out la battuta di Atanasijevic: 11 – 10 Modena.
Atanasiejvic mette a terra: 11 pari.
Bednorz passa le mani del muro: 12 – 11 Modena.
Lanza vincente in diagonale: 12 pari.
Bednorz riporta Modena ion vantaggio: 13 – 12.
Urnaut, il muro tocca e la palla cade sull’indecisione di Leon: 14 – 12 Modena.
Lanza ancora aterra in diagonale: 14 – 13 Modena.
Mani out di Urnaut: 15 – 13 Modena.
In rete il servizio di Holt: 15 – 14 Modena.
Urnaut murato: 15 pari.
Ace di Lanza su Bednorz: 16 – 15 Sir.
Raddoppia l’ace su Bednorz Lanza: 17 – 15 Sir.
In rete il servizio di Lanza: 17 – 16 Sir.
In rete anche il servizio di Christenson: 18 – 16 Sir.
Mani out di Zaytsev da posto 4: 18 – 17 Sir.
Mani out di Zaytsev d’astuzia: 18 pari.
Mani out di Leon: 19 – 18 Sir.
Ancora Leon in mani out: 20 – 18 Sir.
Ace di Atanasijevic: 21 – 18 Sir.
Out l’attacco di Bednorz: 22 – 18 Sir.
Pipe di Urnaut murata da Ricci: 23 – 18 Sir.
Ace di Atanasijevic: 24 – 18 Sir.
Servizio potente di Atansijevic, palla dalla parte di Perugia e chiusura di Leon sopra il muro: 25 – 18 Sir.

Terzo set

In rete il servizio di Lanza: 1 – 0 Modena.
Primo tempo vincente di Podrascanin: 1 pari.
Primo tempo di Ricci: 2 – 1 Sir.
Out il servizio di Podrascanin: 2 pari.
Leon ancora altissimo: 3 – 2 Sir.
Out il servizio di Atanasijevic: 3 pari.
Leon, ancora mani out: 4 – 3 Sir.
In rete il servizio di Leon: 4 pari.
Lanza vincente in parallela: 5 – 4 Sir.
Anzani in primo tempo: 5 pari.
Mani out di Atanasiejvic: 6 – 5 Sir.
Ace di De Cecco: 7 – 5 Sir.
Tapin vincente su appoggio sbagliato di Anzani: 8 – 5 Sir.
Mani out si Urnaut: 8 – 6 Sir.
Leon vincente da seconda linea: 9 – 6 Sir.
Ace di Lanza: 10 – 6 Sir.
Out la battuta di Lanza: 10 – 7 Sir.
Zaytsev, gtapèin su palla che sarebbe finita fuori: 10 – 8 Sir.
Aranasiejevic, mani out ed è 11 – 8 Sir.
Primo tempo vincente di Holt: 11 – 9 Sir.
Mani out di Atanasijevic su alzata in bagher di De Cecco da posto 4: 12 – 9 Sir.
Sulla banda l’attacco di Kaliberda: 13 – 9 Sir.
Errore di Atanasijevic al servizio: 13 – 10 Sir.
Sbaglia anche Kaliberda dai nove metri: 14 – 10 Sir.
Il nastro porta fuori il servizio di Leon: 14 – 11 Sir.
Fallo di trattenuta di Urnaut in attacco: 15 – 11 Sir.
Accorcia Modena, ma poi Christenson sbaglia al servizio: 16 – 12 Sir.
Out il servizio di De Cecco: 16 – 13 Sir.
Atanasijevic chiude sui 2 metri: 17 – 13 Sir.
Out il servizio di Lanza: 17 – 14 Sir.
Atanasiejvic ancora a terra: 18 – 14 Sir.
Kaliberda a segno: 18 – 15 Sir.
Mani out di Leon: 19 – 15 Sir.
Pallonetto di Kaliberda a terra: 19 – 16 Sir.
Block out di Atanasijevic: 20 – 16 Sir.
In rete il servizio di Leon: 20 – 17 Sir.
Lanza a segno in diagonale: 21 – 17 Sir.
Muro su Urnaut out di poco: 21 – 18 Sir.
Ancora Atanasijevic in mani out: 22 – 18 Sir.
Zaytsev murato da Podrascanin: 23 – 18 Sir.
Anzani a segno al secondo tentativo: 23 – 19 Sir.
Lanza a segno tra muro e rete in pipe: 24 – 19 Sir.
In rete ils servizio di Lanza: 24 – 20 Sir.
Chiude Atanssijevic con un attacco in diagoanle a terra: 25 – 20 Sir.

Quarto set

Mani out di Urnaut: 1 – 0 Modena.
Out la difesa di Rossini: 1 pari.
Primo tempo vincente di Anzani: 2 – 1 Modena.
Atanasijevic a segno: 2 pari.
In rete ils servizio di Atanasijevic: 3 – 2 Modena.
Out l’attacco di Zaytsev: 3 pari.
Bednorz a segno in mani out: 4 – 3 Modena.
Mani out di Atanassijevic: 4 pari.
Bednorz vincente in block out: 5 – 4 Modena.
Lanza passa tra le mani del muro: 5 pari.
Colaci non riesce a difendere: 6 – 5 Modena.
Atanasijevic, mani out ed è 6 pari.
Out il servizio di Lanza: 7 – 6 Modena.
Atansijevic ancora a segno: 7 pari.
Leon ancora sopra il muro: 8 – 7 Sir.
Zaytsev rioporta la parità: 8 – 8.
Primo tempo vincente di Ricci: 9 – 8 Sir.
Ace di Atanssijevic: 10 – 8 Sir.
In rete il servizio dell’opposto serbo: 10 – 9 Sir.
Out l’attacco di Bednorz, il videocheck conferma: 11 – 9 Sir.
Out anche il servizio di Leon: 11 – 10 Sir.
In rete la battuta di Zaytsev: 12 – 10 Sir.
Mani out di Pinali: 12 – 11 Sir.
In rete il servizio di Bednorz: 13 – 11 Sir.
A terra l’attacco di Pinali, smentisce il videocheck, il controvideocheck di Modena dice che non c’è invasione di Lanza: 14 – 11 Sir.
A terra l’attacco di Modena: 14 – 12 Sir.
Ace di Holt su Leon, con l’aiuto del nastro: 14 – 13 Sir.
Leon vincente da seconda linea in mani out: 15 – 13 Sir.
Out l’attacco di Urnaut: 16 – 13 Sir.
Pinali vincente in diagonale: 16 – 14 Sir.
Urnaut a segno in mani out: 16 – 15 Sir.
Podrascanin a segno: 17 – 15 Sir.
Urnaut a terra in diagoanle: 17 – 16 Sir.
Ace di Urnaut su Leon: 17 pari.
Atanasiejvic murato: 18 – 17 Modena.
Leon vincente sopra il muro: 18 pari.
Ace di Atanasijevic con l’aiuto del nastro: 19 – 18 Sir.
In rete il servizio di Atanasijevic: 19 pari.
Ricezione rivedibile di Leon e attacco vincente di Modena>: 20 – 19 Modena.
Leon a ncora a terra in diagoanle: 20 pari.
Ace di Leon: 21 – 20 Sir.
Raddoppia l’ace Leon: 22 – 20 Sir.
Errore di Zaytsev in attacco, la palla è out: 23 – 20 Sir.
Atanasiejvic spazzola sul muro ed è match point: 24 – 20 Sir.
Errore di Leon al servizio: 24 – 21 Sir.
Zaytsev va al servizo, Leon riceve e Ricci chiude in primo tempo: 25 – 21.

AZIMUT LEO SHOES MODENA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 1-3 (25-23, 18-25, 20-25, 21-25)

AZIMUT LEO SHOES MODENA: Christenson 1, Zaytsev 10, Anzani 3, Holt 5, Urnaut 14, Bednorz 11, Rossini (libero), Keemink, Pierotti 3, Kaliberda 2, Benvenuti (libero), Mazzone, Pinali. N.e.: Van der Ent. All. Velasco, vice all. Cantagalli.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Atanasijevic 27, Podrascanin 7, Ricci 7, Leon 19, Lanza 10, Colaci (libero), Seif, Della Lunga, Galassi, Hoag, Piccinelli. N.e.: Hoogendoorn. All. Bernardi, vice all Fontana.

Arbitri: Sandro La Micela – Giorgio Gnani

I numeri – MODENA: 16 b.s., 3 ace, 42% ric. pos., 22% ric. prf., 50% att., 5 muri. PERUGIA: 30 b.s., 12 ace, 55% ric. pos., 25% ric. prf., 58% att., 4 muri.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo