CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, maxi operazione antidroga al parco della Verbanella: 25 finiscono in manette

Perugia Extra EVIDENZA2

Perugia, maxi operazione antidroga al parco della Verbanella: 25 finiscono in manette

Redazione
Condividi

Controlli della Polizia

PERUGIA –  Agenti di polizia sotto copertura e acquisti simulati, 67, di dosi di eroina e marijuana hanno permesso alla squadra mobile di Perugia e allo Sco, con il supporto della Direzione centrale per i servizi antidroga, di smantellare una rete di spaccio che aveva “occupato militarmente” uno dei parchi del capoluogo umbro, quello della Verbanella. Coinvolti 25 nigeriani, 16 dei quali già in carcere e nove ricercati (sui 25 anni la loro età media). Tre degli stranieri avevano ottenuto asilo in Italia e nove erano in attesa della decisione della Commissione, mentre per 12 la domanda era stata rigettata mentre uno è risultato completamente sconosciuto alle autorità italiane.

Indagine Nell’indagine – spaccio continuato pluriaggravato il reato – è stato applicato per 67 volte (con più episodi contestati ad alcuni dei coinvolti) lo strumento dell’ arresto ritardato (otto dei quali già convalidati dal gip). Strumento che – è stato spiegato dagli investigatori in una conferenza stampa – permette di costruire un quadro probatorio in grado di tenere più a lungo in carcere i nigeriani coinvolti. Gli acquisti simulati e gli altri episodi di spaccio (oltre un centinaio) sono stati documentati con telecamere ad altra tecnologia nascoste nei lampioni del parco (tra l’altro adiacente a una scuola superiore). Immagini visionate da remoto dalla polizia.

Segnalazioni L’ indagine, coordinata dal sostituto procuratore Gemma Miliani, è partita grazie a segnalazioni giunte alla questura con l’ applicazione Youpol e con numerose chiamate al 113. Gli inquirenti hanno quindi deciso di ricorrere agli agenti sotto copertura dello Sco, per evitare che il personale locale fosse riconosciuto, appositamente selezionati e preparati dopo l’ esame del “cliente medio” dei nigeriani operanti nel parco. “Un’ area vasta, con tante vie di fuga e possibili nascondigli per la droga” ha sottolineato il dirigente della squadra mobile perugina Virgilio Russo.

Piazza “E’ stata smantellata una importante piazza di spaccio” ha quindi detto il questore di Perugia Giuseppe Bisogno. “Il parco è stato bonificato – ha aggiunto – e ora la città se ne deve riappropriare, anche per evitare che lì tornino gli spacciatori”. Alla conferenza stampa hanno partecipato anche Adriano Felici, dirigente della sezione criminalità organizzata della squadra mobile di Perugia, Andrea Olivadese, del Servizio centrale operativo della polizia, e Cristiano Leggeri, della Direzione centrale dei servizi antidroga.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere